Come sicuramente già saprete, quando si tratta di siti web, applicazioni web e applicazioni mobili, dobbiamo considerare lo sviluppo frontend e backend. In parole povere, lo sviluppo frontend riguarda tutto ciò che riguarda l'interfaccia utente e tutti gli elementi del vostro sito web, delle applicazioni web o delle applicazioni mobili con cui l'utente può interagire (fare clic o toccare, ad esempio).

D'altro canto, lo sviluppo backend consiste nella scrittura di codice per far funzionare senza problemi il sito web, le applicazioni web o le applicazioni mobili. Lo sviluppo backend, quindi, si occupa di database, server, endpoint API, gestione delle richieste e così via.

Il codice frontend e backend sono due facce della stessa medaglia: nessuna è più importante dell'altra e qualsiasi applicazione ha bisogno di entrambe per funzionare. Tuttavia, per molti sviluppatori, il lato backend è il più impegnativo: è meno avvincente, più complesso e si tratta di un lavoro dietro le quinte che il pubblico noterà soltanto. La buona notizia è che oggi disponiamo di strumenti che possono rendere lo sviluppo del backend più semplice e divertente! Si tratta degli strumenti di sviluppo backend no-code. Ma cosa intendiamo per backend no-code? E come è possibile?

Che cos'è un backend no-code?

Un backend no-code è un approccio allo sviluppo di backend che non richiede allo sviluppatore di scrivere codice manualmente. Con lo sviluppo del backend no-code, è possibile costruire il lato backend dell'applicazione(database relazionali, archiviazione dei dati, autorizzazioni, richieste, endpoint API...) attraverso strumenti di sviluppo visuali. Tali strumenti di sviluppo visuale sono principalmente:

  1. Blocchi di sviluppo precostituiti
  2. Modelli di app precostituiti
  3. Un'interfaccia visiva
  4. Un sistema drag & drop che consente di scegliere un modello, personalizzarlo con i blocchi forniti e assemblare le proprie applicazioni web o mobili senza dover scrivere codice manualmente.

Come è possibile il backend senza codice?

Se volete provare l'approccio allo sviluppo di app con backend no-code, la prima e più importante cosa di cui avete bisogno è una piattaforma di backend no-code. Le piattaforme no-code forniscono gli strumenti di sviluppo visuale di cui abbiamo parlato nel paragrafo precedente: modelli e blocchi di costruzione e un editor visuale. E dove si trova lo script di backend?

La piattaforma no-code stessa genererebbe automaticamente il codice di backend; sarebbe impeccabile (perché non lo crea un essere umano), ottimizzato e accessibile. Per quanto riguarda quest'ultimo punto - l'accessibilità del codice di backend - assicuratevi di scegliere una piattaforma no-code che ne garantisca l'accesso.

no-code

Si vuole avere accesso al codice di backend per alcuni importanti motivi:

  • L'accesso al codice di backend garantisce la piena proprietà della vostra applicazione in via di sviluppo.
  • L'accesso al codice di backend garantisce anche la possibilità di modificarlo manualmente. Non è necessario, ma gli sviluppatori, soprattutto quelli che sono alle prime armi con lo sviluppo di backend no-code, possono essere certi che se si sentono in qualche modo limitati dagli strumenti visivi di backend no-code, saranno in grado di prendere il codice e iniziare a modificarlo manualmente.

La scelta della piattaforma no-code è molto importante perché può migliorare o limitare il processo di sviluppo.

Il miglior costruttore di backend no-code: AppMaster

Abbiamo parlato dell'importanza di scegliere il giusto backend builder no-code, quindi non potevamo esimerci dal fornire consigli su quella che è conosciuta come una delle migliori piattaforme no-code attualmente sul mercato: AppMaster.

Cos'è AppMaster

AppMaster è una piattaforma no-code che consente di creare un backend, applicazioni mobili e web app, automatizzare i flussi di lavoro, creare portali per i clienti e così via senza scrivere codice. Non è richiesta alcuna competenza di codifica per creare un'applicazione da zero con AppMaster: vale la pena sottolineare che AppMaster non è un'applicazione low-code (le piattaforme low-code forniscono alcuni strumenti visivi di backend no-code, ma richiedono comunque che lo sviluppatore conosca e utilizzi alcuni codici e linguaggi di programmazione), ma una piattaforma no-code, che fornisce tutti gli strumenti di backend no-code per costruire un'applicazione da zero a zero senza dover mai scrivere una riga di codice.

Mentre si crea l'applicazione con l'interfaccia visiva, AppMaster genera automaticamente il codice di backend. In qualsiasi momento, è possibile accedere al codice di backend e controllarlo. Se volete, potete modificare o esportare il codice alla fine del processo di sviluppo dell'applicazione.

AppMaster: più dello sviluppo di un'applicazione

AppMaster è più di uno strumento che gli sviluppatori possono usare per accelerare il processo di creazione di applicazioni mobili e web. È infatti uno strumento che ogni imprenditore o professionista dovrebbe tenere nel proprio arsenale di strumenti digitali, perché può contribuire a rendere più efficiente il flusso di lavoro.

Uno degli usi principali di AppMaster è quello di automatizzare i flussi di lavoro in un ambiente aziendale. Con questo strumento di backend senza codice, non è più necessario assumere uno sviluppatore professionista per costruire gli strumenti digitali automatizzati necessari per accelerare i processi aziendali. Con AppMaster è possibile automatizzare le notifiche push, aggiornare i database relazionali e integrarsi con altre applicazioni, il tutto con un costruttore di flussi di lavoro visuale che non richiede conoscenze di codifica.

Come automatizzare il flusso di lavoro aziendale con AppMaster

Non c'è modo migliore per capire come funziona un processo di sviluppo di applicazioni backend senza codice che un esempio. Descriviamo il processo che può portarvi ad automatizzare il vostro flusso di lavoro aziendale senza bisogno di alcuna conoscenza di codifica con AppMaster.

  • Definire il flusso di lavoro
    Se volete automatizzare il vostro flusso di lavoro, dovete ridurlo al suo nocciolo: quando accade qualcosa, si attiva un altro evento. Ad esempio, quando un nuovo utente si iscrive alla mia newsletter, viene inviata un'e-mail di benvenuto automatica. Se volete smettere di fare azioni manualmente, dovete ridurvi a questo schema: azione - innesco - evento conseguente.
  • Progettate il vostro processo aziendale automatizzato
    Una volta mappato il vostro flusso di lavoro, non vi resta che replicarlo utilizzando l'interfaccia visiva di AppMaster come tela e i suoi blocchi di costruzione come fasi del processo.

AppMaster: caratteristiche principali

È giunto il momento di parlare delle caratteristiche principali di AppMaster. È un modo per comprendere tutte le possibilità di uno strumento di backend senza codice. Come state per scoprire, con le piattaforme di backend no-code è possibile gestire anche gli aspetti più complessi del processo di sviluppo delle app, quelli che richiederebbero anni di formazione in programmazione.

Pianificazione dei processi aziendali

Con AppMaster, non solo potete automatizzare i flussi di lavoro, ma potete anche programmare i flussi di lavoro automatizzati. È possibile gestire i processi aziendali in anticipo, in modo che le cose avvengano automaticamente durante la settimana o il mese, mentre ci si occupa di altri aspetti della propria attività, come il marketing, le assunzioni, le forniture o altro ancora.

Costruttore di API integrato

Con AppMaster è possibile integrare due blocchi di software attraverso endpoint e richieste API senza utilizzare il codice. Gli strumenti visivi consentono di impostare e gestire più endpoint API generati manualmente o automaticamente e le relative richieste.

L'API builder non solo supporta le richieste API autenticate, ma può anche consentire di bypassare la fase di impostazione e gestione degli endpoint API: sono disponibili moduli pronti all'uso che consentono di integrare il progetto con servizi di terze parti. Lo strumento API builder è una soluzione che si può utilizzare ogni volta che si vuole gestire l'integrazione delle API quando non sono disponibili moduli pronti all'uso.

Database senza codice

I database sono uno degli aspetti principali da gestire quando si tratta di sviluppo backend. AppMaster fornisce tutti gli strumenti visivi necessari per gestire database ospitati e flessibili e aggiornarli automaticamente.

Notifiche push

Le notifiche push possono diventare estremamente importanti quando si eseguono molti processi automatizzati. Senza di esse, molte cose rischierebbero di passare inosservate e, quindi, di non essere gestite, danneggiando la vostra attività a lungo termine (immaginate cosa accadrebbe se smetteste di rispondere all'assistenza clienti solo perché non ricevete le notifiche quando un utente vi scrive).

Con AppMaster, potete impostare i trigger per le notifiche push con un paio di clic.

Gorotoine

Le goroutine consentono di creare programmi asincroni che vengono eseguiti in parallelo. Si tratta di un modo per eseguire i compiti in modo più efficiente e, quindi, più rapido rispetto alla programmazione sequenziale. Questo è uno dei processi di distribuzione che AppMaster mette a disposizione per migliorare le prestazioni dell'applicazione.

Ciò che sarebbe complesso da realizzare in modo tradizionale (scrivendo codice manualmente), con AppMaster diventa più facile e realizzabile anche per chi ha poche competenze di programmazione.

Archiviazione dei file con gestione della duplicazione

Con AppMaster, potete anche ottimizzare lo spazio di archiviazione cercando automaticamente i duplicati o la "spazzatura" (i file non utilizzati o non necessari).

Backend senza codice: vantaggi per la vostra azienda

Come si può notare, l'approccio no-code backend non limita le vostre possibilità, ma, al contrario, le potenzia. Se gestite un'azienda, l'uso di strumenti di backend no-code si traduce in:

  • Miglioramento del flusso di lavoro, grazie all'automazione di molte attività.
  • Riduzione dei costi: poiché le attività vengono eseguite automaticamente, è necessario assumere un team più piccolo. Inoltre, grazie alle piattaforme no-code si può evitare di assumere uno sviluppatore professionista.
  • Riduzione dei tempi: le attività automatizzate vengono completate più rapidamente di quelle manuali.
  • Riduzione dei prezzi: se automatizzate alcuni processi e i costi si riducono, potete anche abbassare i prezzi, rendendo la vostra attività più competitiva sul mercato.
  • Elevare la qualità del servizio. Le attività automatizzate aumentano la qualità del servizio, dell'assistenza e dell'attività in generale perché, a differenza degli esseri umani, non sono soggette a ritardi, errori, sviste o omissioni.

Conclusione

Abbiamo appena esaminato tutti i dettagli dello sviluppo backend senza codice, dalla gestione del database all'integrazione delle API. Molti sviluppatori professionisti spesso si chiedono se il passaggio a un approccio no-code possa limitare la loro creatività o le loro possibilità. Con i nostri esempi, abbiamo dimostrato come AppMaster aumenti la creatività e le possibilità degli sviluppatori, grazie a strumenti che consentono loro di gestire anche gli aspetti più complessi dello sviluppo backend. Sebbene esistano molte piattaforme di backend no-code sul mercato, AppMaster rimane la più consigliata: combina la facilità d'uso con gli strumenti più avanzati che un costruttore di app no-code può offrire.