Le competenze di programmazione e sviluppo sono tra le più richieste dal mercato del lavoro in questo momento. Non sorprende quindi che siate interessati a saperne di più sullo sviluppo back-end e front-end.

Front-end e back-end: quali sono le differenze?

In termini semplici, il front-end è ciò che gli utenti vedono quando interagiscono con un sito web, un'applicazione o un programma. Il back-end è invece il livello in cui i programmatori creano i processi per far sì che queste interazioni avvengano, funzionino e funzionino senza problemi.

Detto questo, possiamo capire meglio come lo sviluppo front-end riguardi la progettazione a livello superficiale: ci si occupa dell'aspetto del sito web o dell'applicazione, dello stile, dell'ottimizzazione degli elementi all'interno delle pagine e così via.

Lo sviluppo back-end si occupa dei processi di struttura nascosti che consentono al sito web, all'applicazione o al programma di funzionare. Inoltre, lo sviluppatore back-end si occupa anche di ciò che accade sui server e sui database del sito web o dell'applicazione su cui sta lavorando.

Linguaggi di programmazione

Ora che conosciamo la differenza tra front-end e back-end, possiamo passare a capire come muovere i primi passi in entrambi i mondi. Naturalmente, è necessario sapere quali sono i linguaggi di programmazione più utilizzati per i framework front-end e back-end.

Se volete diventare ingegneri back-end o front-end, potete iniziare a imparare dai linguaggi di programmazione di cui stiamo per parlare. Se volete diventare uno sviluppatore full-stack, questo è ancora il punto di partenza. Se non sapete cosa significa full-stack, è il termine che gli sviluppatori usano per riferirsi alle aree di sviluppo sia back-end che front-end. Uno sviluppatore full-stack, ad esempio, è in grado di occuparsi di entrambi gli aspetti di un sito web o di un'applicazione.

Linguaggi di programmazione front-end

HTML

L'HTML è il linguaggio di programmazione più elementare che si possa imparare. È l'acronimo di Hypertext Markup Language ed è uno dei più antichi linguaggi di programmazione esistenti. È fondamentale, ma l'HTML consente di creare sezioni, paragrafi e collegamenti utilizzando tag e attributi. È anche uno dei linguaggi di programmazione più facili da imparare (i bambini lo imparano a scuola!).

Naturalmente, anche se l'HTML è un linguaggio di base per ogni ingegnere front-end, l'utilizzo del solo HTML per lo sviluppo front-end non sarà corretto. L'HTML è troppo elementare e gli utenti sono abituati a framework e interfacce più complesse. Un esempio di sito web o applicazione in HTML quasi puro? Wikipedia! Questo sito web è un enorme ipertesto ed è praticamente HTML. Tuttavia, avrete bisogno di un'interfaccia più colorata, attraente e interattiva di un ipertesto di Wikipedia. Per questo motivo, l'HTML è solo l'inizio: è necessario andare avanti e imparare linguaggi di programmazione più complessi e avanzati per lo sviluppo front-end. Naturalmente, l'HTML è necessario anche per lo sviluppo full-stack.

Imparare l'HTML: da dove si può partire?

Imparare l'HTML non è particolarmente difficile. Se potete insegnare qualcosa a voi stessi, questo è certamente l'HTML. Potete trovare tonnellate di risorse gratuite online - e saranno gratuite! Se volete avere tutto in un unico posto e spendere circa 20 dollari, potete acquistare un manuale HTML. Se avete bisogno di una guida, potete iscrivervi a uno dei tanti corsi online: non avrete difficoltà a trovarne uno adatto al vostro livello di competenza e al vostro budget.

I CSS

CSS

CSS è l'acronimo di Cascading Style Sheets (fogli di stile a cascata) e, oltre all'HTML, è il linguaggio di programmazione più conosciuto e utilizzato per lo sviluppo front-end (necessario anche per lo sviluppo full-stack). Con i CSS è possibile creare pagine web di grande impatto.

È più complesso dell'HTML e, se volete iniziare a imparare i CSS, dovreste già conoscere almeno un po' di HTML e avere qualche nozione di base sul lavoro con i file. Ma cosa si può fare con i CSS? In parole povere, con i CSS è possibile controllare esattamente l'aspetto degli elementi HTML nel browser, cioè nella pagina web. I CSS sono un linguaggio di programmazione per lo sviluppo front-end, perché specificano come i documenti e i dettagli vengono presentati agli utenti.

È possibile utilizzare i CSS per lo styling di base, ad esempio cambiando il colore e la dimensione dei caratteri e dei paragrafi, ma anche per scopi più complessi: si può usare per creare un layout con l'area del contenuto principale e una barra laterale per le informazioni correlate, ad esempio, aggiungere animazioni ed effetti e così via...

Imparare i CSS: da dove cominciare

Le risorse sui CSS non mancano: come per l'HTML, ci sono tonnellate di siti web dedicati all'apprendimento dei CSS, ma si può sempre optare per un manuale o, se si dispone di un budget più elevato, per un corso specifico per ingegneri front-end.

JavaScript

JavaScript

Una volta acquisita familiarità con HTML e CSS, si può passare all'apprendimento di JavaScript. Per iniziare a imparare JavaScript è necessaria una conoscenza di base di HTML e CSS.

Mentre l'HTML è di base e i CSS aiutano a migliorare l'aspetto del sito web o dell'applicazione, con Javascript è possibile implementare funzioni complesse nelle pagine web. Con Javascript non ci si limita alle informazioni statiche visualizzate su una pagina web. È possibile creare piattaforme interattive che vengono costantemente aggiornate in modo dinamico e con le quali l'utente può, ovviamente, interagire.

Imparare JavaScript: da dove cominciare

Come abbiamo detto, non dovreste avvicinarvi a Javascript se non avete almeno una certa familiarità con HTML e CSS. Insegnare JavaScript sarebbe più difficile rispetto ai due precedenti linguaggi di programmazione per lo sviluppo front-end. Tuttavia, la buona notizia è che si possono facilmente trovare corsi online (più economici dei corsi di sviluppo front-end di persona) che includono l'insegnamento di tutti i linguaggi di programmazione per lo sviluppo front-end: HTML, CSS e JavaScript. Se scegliete uno di questi, potrete risparmiare molto denaro e ottimizzare il vostro processo di apprendimento!

Linguaggi di programmazione back-end

JavaScript

Anche gli sviluppatori back-end utilizzano un tipo di JavaScript chiamato Node.js. Si tratta di un framework open-source molto utilizzato dai principianti, ma anche da grandi aziende come Netflix. Come si può intuire, è altamente scalabile e, nonostante la sua semplicità, permette di costruire applicazioni in grado di gestire le richieste di molti utenti contemporaneamente.

Come si può notare, Javascript è un linguaggio di programmazione fondamentale per ogni sviluppatore, front-end, back-end e full-stack. Abbiamo già parlato di dove si può imparare JavaScript nel paragrafo precedente; come si può vedere, il percorso di apprendimento che si dovrebbe seguire parte dallo sviluppo front-end, perché non si può approcciare Node.js se non si ha familiarità con HTML o CSS. Poiché JavaScript viene utilizzato sia per lo sviluppo front-end che per quello back-end, è fondamentale impararlo se il vostro obiettivo è lo sviluppo full-stack.

Python

Python

Python è molto importante per qualsiasi sviluppatore di computer perché può essere utilizzato per moltissime cose. Come si suol dire, Python può offrire una soluzione quadro per qualsiasi problema informatico e la scrittura del codice non è così difficile o dispendiosa in termini di tempo. Una volta scritto il codice, questo può essere eseguito su quasi tutti i computer senza dover modificare il programma. Può essere utilizzato per elaborare testo, numeri, immagini, dati e altro ancora. È utilizzato in siti web molto popolari come Google, YouTube, il sito della NASA e altri ancora. Python è così versatile che qualsiasi esperto di front-engineer o di sviluppo full-stack lo conosce.

Imparare Python: da dove si può partire?

È disponibile un'ampia documentazione su Python, perché è probabilmente il linguaggio di programmazione più popolare e più usato oggi in molti campi. Quando si inizia a imparare Python, ci si può sentire sopraffatti perché c'è molto da capire e da imparare. Un singolo manuale non è mai sufficiente per comprendere tutte le potenzialità di questo framework. Quindi, da dove iniziare?

Il nostro consiglio è di considerare i vostri obiettivi: per cosa volete imparare Python? Volete creare un sito web o un'applicazione? Volete automatizzare alcune attività del vostro flusso di lavoro? Volete creare un'applicazione mobile per i vostri clienti? Conoscere il proprio obiettivo aiuta a restringere il campo, almeno all'inizio, in modo che il processo di apprendimento sia più mirato e non si abbia la sensazione di avere troppe cose da imparare.

Front-end e back-end: da quale iniziare?

Supponiamo che siate un principiante assoluto e vogliate imparare a sviluppare. Non siete particolarmente interessati al front-end o al back-end. Volete solo iniziare a imparare la programmazione: da dove dovreste iniziare? Dal front-end o dal back-end?

Gli sviluppatori di front-end e back-end consigliano di iniziare dal settore front-end se si è interessati a conoscere lo sviluppo sia front-end che back-end. Questo perché, comprendendo come viene costruito e funziona il front-end di siti web e applicazioni, si può capire più rapidamente come funzionano dietro le quinte. Sarete facilitati quando passerete all'apprendimento dello sviluppo back-end.

Sviluppo front-end e back-end: FAQ

Lo sviluppo front-end è più facile di quello back-end?

Il front-end è qualcosa che possiamo vedere. Anche la prima volta che se ne sente parlare, si capisce subito di cosa si tratta, di cosa si occupano gli sviluppatori e quali sono le competenze e i linguaggi di programmazione necessari per diventare un ingegnere front-end. Questo crea l'idea che lo sviluppo front-end sia più facile di quello back-end: è vero?

Che lo sviluppo front-end sia più facile di quello back-end è solo un'illusione: non è affatto vero! Entrambi gli aspetti dello sviluppo di un sito web o di un'applicazione sono complessi a modo loro. Tuttavia, lo sviluppo front-end può essere considerato ancora più complicato e impegnativo perché cambia più spesso e richiede aggiornamenti e manutenzione continui. Se c'è qualcosa che non va, gli utenti lo noteranno subito! Per questi motivi, se vogliamo dire cosa è più facile tra lo sviluppo front-end e quello back-end, la risposta è proprio back-end.

Saperlo è più importante di quanto si pensi: poiché molte persone pensano che lo sviluppo front-end sia facile, possono tendere a sottovalutare la complessità del processo di apprendimento. Inoltre, pensare che lo sviluppo back-end sia più difficile crea l'illusione che, se si impara prima lo sviluppo back-end, si possa essere pagati di più.

Esiste un percorso di sviluppo alternativo?

Nonostante ciò che molti non sanno, l'apprendimento dei linguaggi di programmazione non è l'unico modo per diventare un esperto di sviluppo back-end, full-stack o front-end, e non è l'unico modo per creare un sito web, un'applicazione mobile o un'applicazione web. Sì, questo è stato l'unico percorso disponibile per anni, ma non è più così! Oggi esistono strumenti, i cosiddetti strumenti no-code, che consentono agli sviluppatori di creare applicazioni mobili e web senza dover scrivere alcun codice.

AppMaster è l'esempio perfetto di uno strumento di programmazione no-code. Fornisce una piattaforma attraverso la quale è possibile creare il proprio framework e applicazioni o applicazioni web completamente funzionanti senza scrivere alcun codice. Ciò non significa che codifica, front-end e back-end non esistano quando si sviluppa con AppMaster. Significa solo che non è necessario gestirli direttamente o attraverso i linguaggi di programmazione.

I framework front-end e back-end vengono creati automaticamente e con AppMaster possono anche essere esportati. Anche se avete già una conoscenza approfondita dei linguaggi di programmazione per lo sviluppo front-end o back-end, potete migliorare il vostro flusso di lavoro con strumenti come AppMaster: il processo di sviluppo dei framework diventa più semplice, meno stressante e più rapido.