Se qualcuno vi dicesse che una macchina magica può creare un'applicazione software da zero, potreste pensare a un'invenzione futuristica. Molto tempo fa, questo era probabilmente ciò che si pensava delle industrie in grado di fabbricare prodotti in serie. Oggi la maggior parte delle industrie non pensa due volte al tempo e all'energia risparmiati dalle macchine quando costruiscono oggetti come automobili, vestiti, prodotti chimici e altro ancora. È così comune.

L'intelligenza umana ha il potenziale unico di proporre idee geniali e qualsiasi azienda trarrà vantaggio dall'impiego delle sue risorse più intelligenti a livello manageriale. E se questo livello di automazione potesse essere applicato anche ai linguaggi di programmazione e alla codifica? La generazione di codice sorgente è in grado di farlo. Oltre a liberare il tempo delle persone per concentrarsi su lavori ancora più avanzati, la generazione di codice sorgente può anche demistificare il processo di creazione del software e dei linguaggi di programmazione. Qui analizzeremo in dettaglio cosa comporta la generazione di codice sorgente, i suoi numerosi vantaggi e alcune buone piattaforme che possono aiutarvi a iniziare con la generazione di codice sorgente.

Che cos'è un generatore di codice sorgente?

Il principio alla base della codifica generativa e della generazione di codice sorgente è che i programmi possono essere progettati per creare sistemi software con un metodo automatizzato. Tali piattaforme sono in grado di generare codice e questo può migliorare notevolmente la produttività degli sviluppatori. Non sarà necessario scrivere codice con linguaggi di programmazione e utilizzare schemi di database complessi. Il codice generato può essere utilizzato separatamente dal sistema di generazione durante l'impostazione del runtime. Questo livello di generazione del codice può essere realizzato anche su piattaforme come Visual Studio. Visual Studio consente di scrivere codice e alcuni dei suoi moduli aggiuntivi permettono di completare automaticamente il codice.

Gli ingegneri possono vedere il codice generato dall'utente mentre viene generato utilizzando i generatori di sorgenti, invece di utilizzare i linguaggi di programmazione per la codifica. Possono generare codice in cui i nuovi file sorgente possono essere introdotti al volo nell'assembly dell'utente. È quindi possibile generare codice che viene eseguito durante la compilazione. Esamina il software per creare nuovi file sorgente, che vengono poi compilati insieme al resto del programma. Esistono anche molti generatori di codice open-source. I programmatori migliorano quotidianamente questi generatori open-source, rendendoli più facili da usare.

source code generator

Un generatore di codice sorgente consente due funzioni chiave. La prima cosa che può fare è ottenere un oggetto di compilazione per tutto il codice generato dall'utente che è in fase di compilazione. Proprio come avviene oggi con gli scanner, è possibile esaminare questo oggetto e sviluppare software che interagisca con i framework sintattici e semantici del programma attualmente compilato. La seconda funzione che svolge è quella di creare file sorgente che possono essere utilizzati per integrare un oggetto di compilazione. Ciò significa che è possibile aggiungere codice sorgente supplementare a una compilazione mentre questa è ancora in corso.

Questi due fattori lavorano bene insieme per rendere la generazione di codice sorgente più pratica dei linguaggi di programmazione. Può essere molto più facile da seguire rispetto all'apprendimento di interi linguaggi di programmazione. Tutte le informazioni dettagliate che il compilatore accumula durante la compilazione possono essere utilizzate per analizzare i programmi dell'utente. Il programma generato dal codice, che si basa sulle informazioni valutate, viene poi consegnato allo stesso compilatore. Alcuni generatori open-source comuni includono il compilatore FreeVASIC. È anche possibile utilizzare strumenti open-source come Visual Studio.

Storia dei generatori di codice sorgente

Come ogni nuova tecnologia, la generazione di codice sorgente ha pro e contro. Se usati senza alcun controllo, possono essere un po' frustranti. Potrebbero non offrire l'attenzione ai dettagli che si può ottenere con i linguaggi di programmazione. Tuttavia, con il giusto strumento di generazione del codice, è possibile costruire prodotti validi molto più facilmente che con i linguaggi di programmazione tradizionali. Ogni volta che vengono introdotte nuove funzionalità, schemi di database o tecnologie, gli utenti devono superare alcuni ostacoli, ma il risultato vale la pena.

Sono disponibili diversi generatori di codice che vengono utilizzati in .NET 5e persino Microsoft si è lanciata in questa nicchia. Un esempio comune di strumento di generazione di codice sorgente in uso è Entity Data Model Designer di ADO.NET. Si tratta di uno strumento di sviluppo software visivo che consente di creare tabelle e le loro relazioni. La classe della tabella può essere utilizzata nel codice generato e viene creata automaticamente. In questo modo si risparmia un sacco di fatica che sarebbe stata spesa per creare numerose classi relativamente simili per gestire tutte le entità. Inoltre, non richiede alcuna conoscenza dei linguaggi di programmazione.

Vantaggi della generazione di codice sorgente

La generazione di codice sorgente presenta diversi vantaggi che la rendono interessante per gli utenti. Oltre a poter essere utilizzata anche senza conoscere alcun linguaggio di programmazione, ecco alcuni dei suoi principali vantaggi:

  • Risparmio di tempo

La generazione di codice può avere tempi di rilascio più rapidi. Poiché i computer sono dispositivi automatizzati, la scrittura del codice generato può essere molto efficiente in termini di tempo. Non dovrete farlo da soli o memorizzare informazioni casuali per le vostre attività di codifica manuale. Inoltre, non è necessario spendere molto tempo per imparare un linguaggio di programmazione.

  • Meno errori umani

Per sviluppare le applicazioni si utilizzano dei modelli. Le macchine possono sfruttare queste strutture per eliminare le procedure manuali e comprendere i lavori più comuni. Ciò si traduce in un numero significativamente inferiore di errori rispetto alla codifica manuale di un programma con un linguaggio di programmazione.

  • Riutilizzo del codice

Il codice generato è adattabile a diverse applicazioni. In questo modo è possibile risparmiare tempo e fatica sia per le iniziative attuali che per quelle future. Il riciclo del codice generato può aiutarvi ad aumentare la redditività e a mantenere la coerenza delle vostre applicazioni.

  • Miglioramento dei test e degli standard

I test che utilizzano i modelli possono migliorare la qualità del codice personalizzato. Le aziende possono aggiungere test per le personalizzazioni e utilizzare i test per confermare che il codice generato funzioni come previsto. La generazione di codice personalizzato facilita questa operazione, garantisce una migliore qualità e può migliorare le prestazioni.

  • Architettura stabile e coerenza

Una configurazione uniforme per i sistemi di grandi dimensioni aiuta a ridurre il debito tecnologico. Seguendo una formazione organizzata, gli sviluppatori di talento possono diventare più produttivi. Impiegando ogni volta lo stesso layout, il codice generato apparirà più professionale e coerente. Questo è particolarmente vero per gli strumenti di generazione del codice sorgente che costruiscono una struttura ad albero di cartelle o file per semplificare la navigazione multipla dei progetti. Quando si utilizzano linguaggi di programmazione convenzionali, potrebbe essere necessario codificare ogni componente separatamente.

  • Migliore documentazione

In genere, la documentazione viene dopo lo sviluppo quando si usano i linguaggi di programmazione tradizionali. È possibile creare la documentazione utilizzando strumenti di generazione del codice sorgente per garantire la coerenza durante la scrittura del codice. Questo semplificherà le cose durante la manutenzione delle applicazioni e in caso di cambiamenti di personale.

Svantaggi della generazione di codice sorgente

La generazione di codice sorgente presenta alcuni svantaggi rispetto all'uso dei linguaggi di programmazione. Ecco alcuni svantaggi della generazione di codice di cui dovete essere consapevoli:

  • Confusione della scatola nera

Un pasticcio da scatola nera si verifica quando un programmatore non riesce a capire il codice. Il codice generato deve essere facile da usare per gli sviluppatori, per consentire le personalizzazioni. Il codice personalizzato non deve essere così complesso da risultare incomprensibile.

  • Modelli complessi

I modelli utilizzati negli strumenti di generazione del codice sorgente possono diventare sempre più complicati, soprattutto con gli schemi dei database.

  • Codice gonfio

Gli strumenti di generazione del codice potrebbero produrre troppo codice. Per garantire che il codice generato sia efficiente, il codice personalizzato deve superare le revisioni. Se il codice personalizzato è inutilmente lungo, può causare complicazioni e confusione in seguito.

Come funzionano i generatori di codice?

Il metodo più diffuso di generazione di HTML per le pagine web è un ottimo esempio di come funzionano i generatori di codice. Praticamente in tutti i servizi web contemporanei è presente un sistema di modelli personalizzati che aiutano a costruire applicazioni. Questo è anche il modo in cui funzionano i tipici framework di destinazione.

Per generare codice, si utilizzano questi modelli personalizzati e si forniscono alcune informazioni con cui lavorare. Il modello di solito include un modo per eseguire operazioni comuni del linguaggio di programmazione, come looping e select, oltre a un metodo per elaborare le informazioni. Quindi, invece di passare una settimana a codificare manualmente file HTML identici ma distinti, si può risparmiare un sacco di tempo utilizzando la generazione di codice.

Qual è il miglior generatore di codice?

AppMaster è la soluzione perfetta se siete alla ricerca di un buon strumento di sviluppo no-code strumento di sviluppo software che semplifichi il vostro lavoro. È possibile assegnare lo stesso progetto software a un team di programmatori e a uno strumento no-code strumento e ricevere migliori benefici dalla no-code piattaforma. Per qualsiasi cosa, dalle operazioni semplici all'integrazione API, AppMaster può sviluppare il codice generato per voi. La piattaforma completerà il vostro progetto in modo più rapido, efficace e a costi inferiori.

Non dovrete nemmeno chiedervi se il codice generato vi appartiene. AppMaster vi permette di acquisire i diritti sul codice sorgente. Grazie all'estrema durata della piattaforma, potete usarla per scrivere il codice di qualsiasi applicazione, anche quelle che richiedono un backend complesso. AppMaster è, senza dubbio, uno dei migliori generatori di codice che si possano trovare.

Come fa AppMaster genera codice?

La AppMaster è in grado di generare codice perché la piattaforma contiene tutti i requisiti per il backend, gli schemi di database, il frontend, le applicazioni mobili e persino le strutture di dati. La nostra piattaforma inizia con un modello di dati quando l'utente fa clic sul pulsante di pubblicazione. Raccoglie tutti i modelli di dati. Sulla base di questi modelli di dati, costruisce uno schema di database standard che verrà inserito nel binario del backend dell'applicazione. Dopo che la struttura della tabella principale e le SQL Dopo aver costruito la struttura delle tabelle principali e le query, e non appena le query dello schema del database sono state completate, tutti i processi aziendali che si trovano all'interno del sistema iniziano a generare codice. Poiché la piattaforma AppMaster piattaforma fa tutto in RAM, abbiamo raggiunto una velocità di generazione del codice sorgente di 22.000 righe di codice al secondo.

Una volta generata la maggior parte del codice sorgente, i nostri algoritmi intelligenti (abbiamo un ai addestrato) esaminano l'intero codice sorgente e cercano di ottimizzare tutte le parti inefficienti generate nel passaggio principale di generazione del codice.

I punti non ottimali nel codice sorgente durante la generazione iniziale del codice sono stati creati perché ci concentriamo sui processi aziendali creati da una persona e, di norma, pochi utenti e sviluppatori sono in grado di creare un buon livello di astrazione la prima volta e di posizionare correttamente tutti i blocchi e costruire la logica fin dall'inizio. Ma grazie al fatto che abbiamo l'intelligenza artificiale, passiamo attraverso la cosiddetta post-elaborazione, esaminiamo nuovamente la base di codice e miglioriamo l'intera base di codice. Questo fa sì che i binari si riducano, cioè che diventino più piccoli. Si caricano più velocemente. Questo può migliorare le prestazioni perché funzionano meglio e, in generale, la post-ottimizzazione funziona al massimo livello per noi.

Uno dei maggiori vantaggi della generazione di codice è che quando i requisiti cambiano, non è necessario riscrivere il codice sorgente. Tecnicamente, la nostra piattaforma prende di nuovo tutte le condizioni e genera il codice per le nuove funzionalità e applicazioni. In altre parole, niente codice vecchio, niente dipendenze vecchie e niente requisiti vecchi in questa generazione di codice. La piattaforma fa tutto da zero e lo fa molto rapidamente. Questo approccio consente di evitare completamente il debito tecnico, che è responsabile di oltre il 30% del budget in sviluppi significativi. In questo modo si fa più in fretta e si risparmia un'enorme quantità di denaro sull'assistenza ai prodotti software, riducendo così il costo totale di proprietà.

Un tipico approccio alla generazione del codice può essere molto semplice, soprattutto quando tutti i requisiti sono già visualizzati all'interno del nostro sistema, ovvero vengono generati i modelli, poi i processi aziendali, poi gli endpoint e infine tutto questo viene ottimizzato e compilato. Tuttavia, la sfida più grande è la modifica dei requisiti degli utenti. Il sistema presenta molte dipendenze incrociate. Ad esempio, la logica aziendale dipende molto dal modello di dati, mentre gli endpoint dipendono dalla logica aziendale e dai modelli di dati. UI Gli elementi, a loro volta, dipendono da tutto, compresi gli endpoint del modello di dati e della logica aziendale. E spesso la nostra piattaforma deve risolvere automaticamente il problema di cosa fare quando l'utente apporta modifiche drastiche molto importanti. Ad esempio, nel modello di dati, cancella alcune entità, cambia il tipo di campi e così via. In altre parole, il nostro sistema, sulla base dell'esperienza precedente e della nostra rete neurale, ricostruisce automaticamente tutte le connessioni in blocchi di logica aziendale, endpoint e, in alcuni casi, anche elementi, UI elementi.

Conclusioni

Abbiamo riassunto alcune delle cose importanti da sapere sulla generazione del codice sorgente. È importante capire come funziona la generazione di codice sorgente e quali sono i suoi pro e contro. Comprendendo questo aspetto, si possono costruire servizi e applicazioni web migliori.