Al giorno d'oggi le emoji sono molto popolari e molti si chiedono perché Apple abbia impiegato così tanto tempo per introdurle sui suoi dispositivi iOS. Le emoji sono il linguaggio più parlato e in rapida crescita a livello globale, il che ha senso visto che il 90% della popolazione di Internet le usa quotidianamente. Circa tre miliardi di persone hanno usato le emoji, una cifra pazzesca. Oggi il 50% della comunicazione avviene attraverso la tecnologia e le emoji Unicode la facilitano. Se non si utilizzano le emoji Unicode, la conversazione risulta semplice e piatta, priva di emozioni. A questo punto, probabilmente siete fan delle emoji e le utilizzate nella vostra comunicazione quotidiana.

Quando sono state usate per la prima volta le emoji?

La storia delle emoji risale al XIX secolo. Sono più antiche di quanto si pensi. Prima delle emoji esistevano le emoticon, che erano emozioni umane costruite con i segni di punteggiatura. Le prime emoticon furono pubblicate in un'edizione della rivista Puck nel 1881. La rivista chiamò le quattro "facce" pubblicate "arte tipografica", poiché trasmettevano piacere, dolore, neutralità e sorpresa.

Sono state utilizzate per la prima volta come mezzo di espressione dei sentimenti online nel 1982. Quando il confine tra scherzi e messaggi profondi si confondeva in una bacheca virtuale della Carnegie Mellon University, il membro della facoltà Scott Fahlman escogitò un rimedio: per indicare messaggi divertenti, usare il simbolo:-), e per indicare messaggi profondi, usare il simbolo:-(.

Venendo ai giorni nostri, le emoji sono state ideate nel 1998 da Shigetaka Kurita, un ingegnere della società giapponese di telefonia cellulare NTT Docomo. Stava sviluppando un sistema di comunicazione a icone per i consumatori. Ha ideato una collezione di 176 simboli che ha chiamato emoji. Il termine "emoji" è una combinazione di due parole giapponesi: "e" (immagine) e "moji" (carattere). Kurita sostiene di aver preso spunto per le emoji dai manga, dai caratteri cinesi e dai cartelli della toilette mondiale.

Prima erano emoticon.
Le chiamavano "arte tipografica".
Sono apparse online nel 1982, espresse attraverso simboli.
Un ingegnere giapponese progettò un sistema di comunicazione a icone chiamato "emoji".
Oggi esistono più di 1.800 emoji, che rendono la nostra comunicazione più accessibile e divertente.

Unicode

Unicode è un sistema di codifica che consente ai computer di visualizzare i caratteri di varie lingue. Ad esempio, la lettera greca alfa può essere scritta in Unicode come α. I programmi di codifica e decodifica convertono i caratteri in codice in modo che i computer possano comprenderli.

Le emoji sono rappresentazioni pittoriche di espressioni facciali o sentimenti. Al giorno d'oggi le emoji sono più utilizzate delle emoticon e sono ampiamente accettate in tutto il mondo nella comunicazione digitale. Come in qualsiasi altra lingua, alcune emoji sono diventate icone con significati diversi. Possono essere utilizzate anche nelle chat per trasmettere emozioni come rabbia, felicità, amore, ecc.

Emoji Unicode

Unicode è uno standard universale di codifica dei caratteri per il software. Consente ai computer di convertire i caratteri in codici numerici e viceversa. Unicode fornisce una codifica per ogni carattere di tutte le lingue significative, rendendo possibile l'invio e la ricezione di testi in qualsiasi lingua. Le Emoji Unicode sono simboli speciali specifici di Unicode, tra cui facce e parti del corpo di cartone animato. È possibile accedere a queste emoji sui dispositivi mobili digitando il loro nome sulla tastiera o copiando/incollando l'immagine nel messaggio che si sta inviando.

Le emoji sono state introdotte nell'Unicode nel 2010.

Kat Momoi, Mark Davis e Markus Scherer, membri del team di Google, erano incuriositi dalle emoji sviluppatesi nella cultura giapponese degli smartphone. Yasuo Kida e Peter Edberg, due sviluppatori Apple, hanno iniziato il dialogo nel 2009. Hanno presentato un'applicazione ufficiale che comprendeva 625 nuove emoji a Unicode, un gruppo senza scopo di lucro che dal 2007 mantiene le linee guida per le comunicazioni digitali. Nel 2010 le emoji sono state inserite in Unicode 6.0, ampliando notevolmente la loro visibilità e consentendo il loro utilizzo su tutti i computer.

Che cos'è Unicode?

Unicode è un modo per rappresentare il testo sui computer. Assegna un numero a ciascun carattere e consente la rappresentazione di lingue diverse attraverso un unico sistema. Unicode è diventato lo standard per la visualizzazione del testo su tutte le piattaforme e i dispositivi, compresi iOS e Android.

Come Unicode ha aumentato l'inclusività delle emoji?

Nel 2015, Unicode si è mosso verso la diversità delle emoji consentendo agli utenti di regolare il colore della pelle. Era un modo per aumentare l'inclusività delle emoji e attirare tutte le etnie. In seguito, le emoji hanno iniziato a mostrare un interesse e una rappresentazione della varietà etnica.

Ora gli utenti possono scegliere tra più tonalità di pelle. Questo dà anche un senso di personalizzazione che fa sì che gli utenti ritornino.

Le Emoji Unicode possono aiutarvi a migliorare l'esperienza degli utenti?

Facebook
Il gigante di Internet Facebook offre ai suoi utenti sei reazioni emoji. Si tratta di Like, love, angry, haha, sad e wow. Attraverso le emoji, Facebook personalizza i feed degli utenti. In una dichiarazione, Facebook ha affermato che reagire a un post significa che gli utenti sono interessati a tali post. Inoltre, Facebook sa che la persona vorrà altri post. Quindi, l'algoritmo continua a suggerire foto simili. Facebook considera le altre reazioni "superiori" al Mi piace. Al contrario, la reazione Love è considerata uguale alle altre anche se ha il 50% di tutte le risposte/emozioni.

Instagram
Recentemente, Instagram ha spinto le emoji. Le ha integrate in ogni sezione dell'app. Quando gli utenti aprono i commenti, la prima cosa che appare sono le emoji. Instagram suggerisce immediatamente di rispondere con un'emoji Unicode, il che è facile per gli utenti. Allo stesso modo, se gli utenti cercano di reagire a una storia di Instagram prima di digitare il testo, appaiono le emoji. L'applicazione ha anche aggiunto un pulsante di reazione nelle storie che risulta più comodo. Lo studio di Instagram ha indicato che i post con emoji hanno generato il 47,7% di engagement in più, il 56,5% di tutti gli utenti usa emoji e l'uso di emoji è cresciuto del 19% nel 2016. Nel 2018, Instagram ha lanciato gli adesivi emoji face slider, che in pratica aumentano la partecipazione, riducendo al contempo gli sforzi per partecipare ai sondaggi. Quindi, l'app utilizza le emoji per aumentare il coinvolgimento e migliorare l'esperienza degli utenti.

Snapchat
Snapchat utilizza gli emoji per diversi motivi. Le emoji sono state addirittura portate al livello successivo: emoji personalizzate e vignette animate. In Snapchat, quando si crea una scorciatoia/gruppo per l'invio dei propri snap, bisogna dargli il nome di un'emoji Unicode. Ad esempio, se avete creato una scorciatoia per i vostri familiari, potete chiamarla "emoji di casa". Allo stesso modo, si possono usare diverse emoji per rappresentare il gruppo di colleghi d'ufficio, i compagni di università e gli amici più stretti. Snapchat registra le comunicazioni tra le persone e i gruppi e assegna varie emoji in base alla vicinanza. Le emoji non vengono visualizzate o scompaiono se non si comunica per un periodo di tempo prolungato. Ad esempio, un bambino con l'emoji della mangiatoia significa che si tratta di un nuovo amico. Quando si interagisce molto con qualcuno inviando regolarmente degli snap, nella sua casella di posta appare l'emoji del fuoco "acceso". Mentre il "cuore giallo" significa che siete migliori amici perché avete inviato il maggior numero di snap a quella persona. Inoltre, è possibile creare avatar personalizzati per le foto visualizzate o avatar video 3D dal vivo. L'applicazione fa quindi un buon uso delle emoji Unicode e rende l'esperienza più fluida.

Dove integrare le Emoji Unicode?

Le Emoji Unicode possono aiutare a creare una migliore esperienza utente nei seguenti modi:

  • Tabelle

L'uso di Emoji Unicode al posto di simboli e icone generiche può fornire una comprensione più accurata del significato dei dati per gli utenti finali. Chiunque voglia estrarre dati particolari da informazioni grezze può utilizzare report tabellari con sezioni di colonne emoji.

In questo modo l'esperienza sarà più semplice e agevole. Assicuratevi quindi di utilizzare emoji divertenti e pertinenti per migliorare l'esperienza dell'utente.

  • Integrare le emoji rilevanti nei titoli

Ogni sito web e app ha titoli ed etichette. Ogni titolo ha uno scopo specifico e un messaggio da trasmettere. Vengono utilizzati per catturare l'attenzione e riflettere la voce complessiva del sito o dell'app. Quindi, integrate le emoji invece di riempire gli spazi con blocchi di testo semplice e difficile da leggere. Attraverso ogni emoji Unicode potete trasmettere un messaggio particolare ai vostri lettori e visitatori. Le emoji Unicode comunicheranno efficacemente con i potenziali clienti e chiariranno il tono del testo. L'aggiunta di un'emoji Unicode in ogni titolo e in ogni etichetta può migliorare l'esperienza dell'utente.

  • Notifiche

Negli ultimi anni le strategie promozionali sono cambiate in modo significativo. Hanno attirato molto interesse da parte degli spettatori, dagli spot televisivi ai grandi cartelloni pubblicitari e alle inserzioni sui giornali. Tuttavia, l'emergere del marketing digitale ha trasformato completamente i messaggi pubblicitari. I materiali promozionali, come video e foto, svolgono un ruolo significativo nel marketing e nella pubblicità digitale. Tuttavia, questa implementazione è talvolta influenzata dal mezzo di comunicazione o dalle limitazioni dello spazio commerciale. Ciò è particolarmente vero quando le informazioni vengono presentate in una scheda di un browser web o su un cellulare attraverso una notifica push. Inoltre, le persone sono meno interessate ai vostri messaggi promozionali rispetto al passato. Le persone sono più propense a interagire con le aziende o i prodotti che apprezzano. Ignorano i messaggi di altri marchi.

Quindi, come si può affrontare questo problema infinito di stabilire la credibilità, aumentare il coinvolgimento e farsi notare tramite un sistema di notifiche push? La soluzione potrebbe sorprendervi. Le emoji sono un componente insolito che può aiutarvi ad aumentare l'efficacia delle vostre notifiche push fino all'85%. Da quando sono state introdotte, le emoji sono diventate un elemento integrante per esprimere le nostre emozioni online. Integrare un emoji Unicode nelle notifiche è un ottimo modo per coinvolgere gli utenti e migliorare la loro esperienza. Sicuramente avrete visto tutti i principali marchi utilizzare un'emoji Unicode nei loro messaggi. Ad esempio, l'app di ridesharing Uber utilizza l'emoji dell'auto nelle sue notifiche. Molte app del mercato azionario utilizzano l'emoji Unicode "rocket" per indicare l'aumento di uno specifico titolo. È possibile vedere altri marchi fare lo stesso. L'uso delle emoji è ormai fondamentale in ogni piattaforma digitale, compresi Facebook, Instagram e altre applicazioni online.

  • Opzioni a discesa

Gli utenti spesso scrutano questi elementi alla ricerca di informazioni che soddisfino le loro esigenze. Questi elenchi sono solitamente monotoni e gli utenti possono cliccare sulle opzioni sbagliate. Per spezzare la monotonia, ridurre al minimo gli errori e rendere l'interfaccia più semplice, è necessario aggiungere emoji Unicode. Un'emoji Unicode per ogni opzione le renderà più facili e visivamente accattivanti. Questo è un modo per migliorare l'esperienza dell'utente con le emoji Unicode.

  • Automazioni

Se utilizzate l'automazione o le notifiche nella vostra App personalizzata, potete far sapere ai vostri utenti come sono state attivate aggiungendo un po' di divertimento! Il supporto Unicode è disponibile anche per i promemoria automatici via e-mail e testo, consentendovi di personalizzarli con qualsiasi emoji o simbolo.

Lasciate che AppMaster vi assista

AppMaster vi permette di aggiungere emoji Unicode nelle vostre procedure per costruire azioni innescate e attività periodiche avanzate. È ora possibile creare nuove situazioni di processo facendo riferimento ai caratteri Unicode che vengono modificati, aggiunti o rimossi nel sistema. Il supporto Unicode è disponibile anche per le notifiche automatiche via e-mail e SMS, che possono essere personalizzate con qualsiasi emoji o simbolo. AppMaster consente di presentare emoji Unicode in base ai risultati delle formule o di qualsiasi logica condizionale per i clienti altamente tecnologici che devono migliorare le applicazioni web esistenti con statistiche precise e codifiche uniche. L'emoji del sorriso felice, ad esempio, può essere utilizzata per indicare che un progetto è stato completato.

Conclusione

Dall'introduzione delle emoji Unicode, queste sono state ampiamente utilizzate dai giganti dei social media e da altre applicazioni e siti web. La sua accessibilità è aumentata con Unicode, estendendosi a tutti i normali computer e alle applicazioni web. Oggi, ogni comunicazione online utilizza le emoji Unicode per trasmettere il messaggio in modo efficace. Le ricerche dimostrano che l'uso delle emoji è più efficace e conveniente per esprimere le emozioni. Per questo motivo, applicazioni come Instagram, Facebook, WhatsApp, Snapchat e molte altre hanno adottato le emoji. Finora, gli emoji hanno aumentato il coinvolgimento nei post e nelle storie, rendendo più facile per gli utenti rispondere ai post. È quindi essenziale aggiungere emoji rilevanti nei punti giusti della vostra app per migliorare l'esperienza e il coinvolgimento degli utenti.